Una situazione gravissima quella che emerge dall’analisi dei dati dal conto annuale della Ragioneria Generale dello Stato sulla Sanità veneta.
Abbiamo analizzato i dati del conto annuale della Ragioneria dello Stato per quanto riguarda il numero di addetti, retribuzione media (generale e dei diversi ruoli), età e assenze retribuite per malattia nelle Ulss della nostra regione.
In estrema sintesi quello che risulta è che i professionisti della Sanità veneta sono tra i meno pagati d’Italia, pur garantendo un servizio di altissima qualità, in situazione di cronica carenza di personale (oltre 700 unità perse nel triennio 2014-2017) che non trova risposta adeguata nei recenti posti messi a concorso.

Scarica l'Indagine

Tagged under: Sanità