RESIDENZE PER ANZIANI – APPELLO DELLA FP CGIL ALLA REGIONE
No a sottovalutazioni – dare priorità all’uso dei DPI per tutti gli operatori

Venezia 15 marzo 2020 - Nelle strutture residenziali per anziani crescono i casi di ospiti e lavoratori positivi al virus, come purtroppo era prevedibile considerando la fragilità e la maggior vulnerabilità al virus degli ospiti anziani.

Si dia priorità assoluta e disposizioni rigorose a tutte le strutture residenziali per anziani nell’uso generalizzato dei dispositivi per i lavoratori, indipendentemente dalla presenza o meno di ospiti positivi al COVID-19” - è la richiesta di Ivan Bernini, Segretario generale Fp Cgil Veneto.

In molte strutture è altissima l’attenzione che le direzioni hanno avuto nel mettere in atto le raccomandazioni necessarie, ciononostante il virus si diffonde.

“Persistono ancora situazioni nelle quali, però, si tende ad essere più “realisti del re”: si dotano di mascherine e dispositivi i lavoratori solo se è presente il caso di positività – prosegue Bernini - Non possiamo permetterci queste sottovalutazioni. Forse taluni non hanno ancora ben capito che nel momento in cui si accerta un caso in struttura è presumibile che il contagio si sia già diffuso coinvolgendo ospiti e lavoratori”.

“Abbiamo fatto appello alla Regione affinché si dia priorità alla distribuzione di DPI anche in queste strutture, si diano indicazioni vincolanti alle direzioni per far indossare a tutti almeno le mascherine senza sottovalutazioni e indipendentemente dalla presenza di ospiti positivi, si effettui il tampone a tutti gli ospiti ed ai lavoratori”.

“Sappiamo che i laboratori rischiano di non reggere l’impatto determinato dall’ampliamento dei tamponi a tutta la popolazione, per questo stiamo chiedendo priorità a chi potenzialmente è maggiormente esposto” conclude.